Splende er Sole su Roma Nostra

di Mapperò

È er 22 Settembre, detto così sicuro nun rende. E allora famo che è il giorno del Derby, famo che il destino malandrino s’è divertito a mettece lo zampino, famo che c’ha voluto fa tornà allo stadio proprio contro quelli, proprio a sta partita, come a dì “ ve dimostro che nun è finita la Vita”.

La giornata se fa strana sin dalla mattina, non c’hai voglia de scherzà, perché sai che qualcosa dentro de te, non è più come prima. Hai passato un’estate a pensà de mollà tutto, a pensà che stavolta quello che t’avevano fatto era stato troppo brutto. Hai pensato che avevi dato troppo, sempre e mai abbastanza in cambio, hai pensato e ripensato, ma grazie a Dio non ragiona con la mente ‘n core innamorato.

E quindi t’aritrovi nelle stesse situazioni, te ritrovi a sperà ancora nelle stesse sensazioni.

S’avvicina la partita e l’ansia se fa forte e mentre a piedi t’avvicini allo stadio, passo dopo passo, pensi a quello che è stato. Se ce pensi bene sti passi, sto stesso tragitto, l’avevi fatto 4 mesi prima col core trafitto e pure si la gente fa la vaga e controlla l’ora, lo sai che c’è solo un modo pè nun pensacce ancora.

Na volta che stai dentro nun se pensa alla partita, pensi solo che ‘n gò storto j’ha salvato la vita, na vita de complessi e na vita da inferiori, grazie a ‘n gol venuto storto, mo se sentono campioni. Ma il Campione, cari mia, c’ha lo sguardo da duro, nun se lega al passato pè paura der futuro. Er Campione quello vero, lo riconosci dalla distanza, nun resta fori a riempisse de birra la panza.

E come nelle favole più belle, quelle che c’hanno er lieto fine, oggi c’è da ride, oggi non è il giorno di soffrire. Te lo dicono gli occhi gonfi de ‘n angelo biondo, te lo fa capì un boato che te fa diventà sordo, te lo fa capì la gente che s’abbraccia e abbraccia ancora, te lo fa capì er sorriso de na sconosciuta signora. Lo capisci nella pace interiore che te senti, quando non c’hai bisogno de parole perché c’hai gli occhi sorridenti, lo capisci se alzi gli occhi e guardi er cielo illuminato, dopo un’estate in cui ha piovuto, er Sole a splende è ritornato.

Immagine

Annunci