‘A Verità e la Giustizia

di Mapperò

Diceva ‘a verità alla giustizia:

Vado in giro pe strada che me sento orgogliosa, 

racconto del vero e dico ogni cosa.

Ma te nun m’ascolti e nun me dai mai ragione,

te pensi che so io a parlà in televisione.

 

Se dico ciò che vedo me dici ragiona,

e cammini a testa bassa col passo da ‘mbriacona.

Eppure na volta eravamo ‘nnamorati,

mo c’hai gli occhi spenti come li tempi annati.

 

Risponde ‘a giustizia:

Tu la fai svelta la questione,

e sta storia dell’amore è diventata n’ossessione.

Alla ggente nun je piaci e nun je sei mai piaciuta

lei te seduce e t’abbandona, proprio come a ‘na cornuta.

 

Io vorrei esse più brava e potette da na mano,

tu me dici sposamose ma poi a fine mese come famo.

Ce lo so ho preso intrallazzi che hanno rovinato sto legame,

ma pure ‘n ideale, può morì de fame.

 

Ricordando Gabriele, Carlo Giuliani, Cucchi, Aldrovandi…

IMG_4825

Annunci