Cade la pioggia

di Mapperò

Cade la pioggia e lava la vergogna,
de sta città tanto amata.
Cade giù forte e metta alla gogna,
chi sotto al diluvio senza ombrello l’ha lasciata.

Cade la pioggia e riempie li tombini,
dal basso sgorgano fango e storia,
de chi na volta ammirava er Bernini,
e mo j’è rimasto solo er ricordo de gloria.

Cade la pioggia come a dì mobbasta,
tocca dasse na bella raddrizzata.
Ma intanto è pronta già la pasta,
e la voglia de combatte illusa se n’e’ annata.

3499676097_05dae149e4_z

Annunci