Mapperò

NON SI DICE

Tag: Berlusconi

L’elezione

Ce stava da decide ‘n presidente,
‘na faccia giusta pe’ risolleva la gente,
ce vole poco pensò ‘na testata,
famo ‘n sondaggio e je damo la più amata.

Eh no, je dissero i colleghi, te pare che vuoi fa’ sta boiata,
si sveli er popolar volere,
non se può più fa’ la sceneggiata.

Così chi di dovere s’accordò sur nome bbono,
e instaurò ‘n bel teatrino,
i numeri non ci sono,
e ignora’ er patto, che comportamento meschino.

Ma quando er nome usci’ e ce fu l’elezione,
quella che ieri era ‘na guera,
guarda caso, diventò ‘n’incomprensione.

renzi-berlusconi_640

Il Governo che non c’è

Fermi tutti, che sta a succede?! Qui nun se capisce niente, è passato un mese dalle elezioni e ancora nun se sa, quando piove, con chi se la dovemo pia. Vabbè, dai risultati elettorali si evinceva del paese l’ingovernabilità, ma cazzo, almeno ce volete provà. Signor Bersani chi te l’ha fatto fà?! Facevi er grosso con la storia del giaguaro, hai visto un gatto e te sei cagato in mano. Hai alzato un po’ la testa con Grasso e cò la Boldrini, per carità na cosa l’hai vinta, ma era un po’ come rubà la merenda ai regazzini. Mo che sei er premier incaricato, te prego datte nà mossa, organizza sto mandato, qui non ce stà più tempo. Ma non l’hai visto Berlusconi?! In piazza insieme a duecentomila bambacioni, quelli so duecentomila permessi dati dall’ospizio, ma come fà la gente a crede ancora a quel tizio?! Mo per carità, non voglio prende posizione, ma è dovuta almeno na riflessione. So 20 anni che promette e nun mantiene, per carità fà ride, te la fa pia bene, ma me ricordo che fu cacciato a calci nel sedere e qui le colpe so due: la sinistra italiana se sa è indecente, ma il popolo fiji mia è deficiente.

Un popolo de corta memoria non può fà la storia, un popolo che da la colpa dell’impasse istituzionale, al movimento 5 stelle, ragiona male male. Che per carità nun saranno degli scienziati, ma qualcuno l’ha votati e se la colpa che a loro si addice è quella de non esse un movimento meretrice, che se svende per un par de quatrini ma resta coerente con l’idea votata, a casa la casta l’Italia va ribaltata, beh, er pensiero sale forte e il dubbio se fà strada, me sa che de vede na nazione vera, unita e amata, manco più la speranza c’è restata.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: